Permaculture Alkemik Design Studio

Vivere in connessione ed in armonia con tutti gli elementi della Natura


Leave a comment

WORKSHOP calce e canapulo in edilizia

Un workshop di approfondimento teorico ed applicativo sull’uso della calce e del canapulo in edilizia.
Monopoli (Bari) 28-29 novembre 2014

Dopo il successo di ‘Facciamo il calce e canapa’, si terrà a Monopoli (Bari) il 28 e 29 novembre 2014, un nuovo workshop di approfondimento teorico e pratico sull’uso di Calcecanapa® in edilizia.
Un appuntamento importante, organizzato dall’Associazioni CPES e Ecofucina in collaborazione con Pagliattiva, Calcecanapa, Forum Italiano Calce, Calce Viva, Assocanapa, South Hemp Tecno e Vivi Bio.


Il meglio della natura per costruire e vivere nel benessere

La calce è il più nobile dei leganti da costruzione, sinonimo di qualità edilizia. La canapa è una pianta versatile da cui si ricava il canapulo. Calce e canapulo, in proporzioni adeguate, danno luogo termointonaci e cappotti di qualità superiore con doti di isolamento termo-acustico, ecologia ed estetica non comuni ad altre tipologie di prodotti!


Il workshop

Il workshop tratterà gli argomenti di base sull’uso della canapa in edilizia, affrontando i temi:071_biocappotto

  • Produzione della Calce e della Canapa in Puglia
  • Cappotti isolanti in Calcecanapa
  • Termointonaci e finiture in Calcecanapa

Introduzioni teoriche a cura del Dott. Andrea Rattazzi, analisi e verifiche delle prestazioni energetiche a cura dell’Arch. Mariastefania Bianco,  la coltivazione e la trasformazione della canapa a cura di Rachele Invernizzi, applicazioni pratiche a cura di Bartolomeo Coppola.


061_finituraProgramma

Il programma, in due giornate,  prevede momenti di carattere teorico e pratico, con un scambio continuo di esperienze e conoscenze tra partecipanti e formatori

Venerdì 28 novembre 2014

  • 9,00 – 13,00 Parte teorica e progettuale: conoscenza della calce e della canapa e dei sistemi di isolamento a cappotto e termointonaco in Calcecanapa®
  • 14,00 – 17,00 Cantiere-scuola: il Cappotto in Calcecanapa® per la Masseria Luce – C. da S. Antonio d’Ascula, Montopoli

Sabato 29 novembre 2014

  •  9,00 – 13,00 Cantiere-scuola: il Termointonaco in Calcecanapa® per la Masseria Luce – C. da S. Antonio d’Ascula, Montopoli
  • 14,00 – 17,00 Cantiere-scuola: finiture in Calcecanapa® per la Masseria Luce – C. da S. Antonio d’Ascula, Montopoli

Come partecipare

Per info e iscrizioni scarica la brochure del workshop e contatta subito la segreteria organizzativa.
E soprattutto affrettati: i posti sono limitati


Leave a comment

Cantiere Aperto a Cascina di Pisa

Il 29 luglio 2014 Equilibrium apre al pubblico il proprio cantiere di Cascina, in provincia di Pisa, dove sta sorgendo una casa passiva realizzata in Natural Beton® di canapa e calce.

La casa in costruzione proposta da Canapacalce è una villetta di due piani, progettata dallo studio di Architetti Associati “Qui Quo Qua” e realizzata da Indino Costruzioni utilizzando i prodotti a base di Natural Beton® di Equilibrium Srl.

La struttura portante è in legno FSC, i muri di tamponamento, dello spessore di 36 centimetri, sono interamente composti da Natural Beton® 200, che verrà spruzzato, in una unica posa mediante una macchina a proiezione, su lastre di supporto in fibrogesso. Anche la copertura verrà isolata con uno strato di Natural Beton® 200, per un isolamento totale e la massima traspirabilità dell’involucro. Le finiture esterne saranno realizzate con intonaco di bio-calce naturale dello spessore di 1,5 centimetri e trattamento idrorepellente ai silicati.

Il progetto non prevede l’installazione di un impianto di riscaldamento né di raffrescamento, non necessari considerato l’alto livello di isolamento termico offerto dal Natural Beton® invernale ed estivo, ma solo di un impianto di ventilazione meccanizzata controllata VMC.

La costruzione offrirà un eccellente comfort abitativo, oltre al raggiungimento di ottime performance energetiche, rispettando elevatissimi standard di sostenibilità: per questo è stata richiesta la più alta certificazione energetica CasaClima: CasaClima Gold Nature.

Nella giornata di cantiere aperto del 29 luglio 2014 si potrà assistere alla posa in opera del Natural Beton® 200, tutti gli interessati potranno intervenire gratuitamente previa conferma tramite mail all’indirizzo (canapacalce@gmail.com) o per telefono al 338 9149861.


Leave a comment

Il biomattone di canapa made in Italy al 100%

Da quest’anno il biomattone sarà prodotto interamente in Italia in un ex stabilimento destinato alla produzione di cemento in provincia di Bergamo.

Il biomattone alla canapa prodotto dalla ditta italiana Equilibrium diventa made in Italy al 100%.

L’azienda lo presenterà per il secondo anno consecutivo alla fiera “Fa’ la cosa giusta” a Milano dal 30 al 1 aprile 2012. La novità è che da quest’anno il biomattone sarà prodotto interamente in Italia in un ex stabilimento destinato alla produzione di cemento in provincia di Bergamo. L’azienda lo ha riconvertito per avviare in proprio la produzione di questo suo speciale biocomposto ecosostenibile a base di calce e legno di canapa. Un operazione che è quindi doppiamente amica dell’ambiente e che sfrutta materie prime coltivate interamente nel nostro paese.

L’avventura del biomattone ha solo poco più di un anno ma è cresciuta e si sviluppata rapidamente. L’innovativo materiale che sfrutta le straordinarie caratteristiche della canapa è pensato per la costruzione di edifici ecocompatibili, ad alta efficienza energetica e bassissimo impatto ambientale. La canapa infatti è un materiale naturale ottimo come isolante termico e acustico capace inoltre di assorbire l’umidità e l’anidride carbonica.

Proprio per le proprietà di isolante termico e acustico gli edifici costruiti con questo speciale biomattone non avranno bisogno di ricorrere ad altri materiali magari dannosi per la salute. In questo modo viene garantito all’interno delle mura un ambiente più salubre e ottimale sia in estate che in inverno.

Il biomattone Equilibrium dunque oltre a migliorare il confort abitativo degli edifici può contribuire notevolmente anche a migliorare la qualità dell’aria al di fuori delle mura e a combattere l’effetto serra. Esso infatti sfrutta questa straordinaria caratteristica della canapa che è appunto famosa per essere il materiale capace di assorbire più Co2 al mondo.


Leave a comment

PERMESSI PER COSTRUIRE – PER PICCOLE CASE E BUNGALOW NON SERVONO PIÙ

IL DECRETO DEL FARE (dl 69/2013) è stato pubblicato in Gazzetta il 20 agosto ed è in vigore dal 21. Oltre alle novità relative all’edilizia di cui abbiamo già scritto e continueremo a scrivere per approfondire (novità che riguardano le distanze, le ristrutturazioni, la riammissione della SCIA per la sagoma degli edifici, il permesso di costruire e che hanno portato a diverse semplificazioni) ci sono novità per quanto riguarda le casine e i bungalow.Al comma 4 dell’articolo 41 il Decreto del fare si occupa di interventi di nuova costruzione per la sosta e il soggiorno di turisti. I presidenti delle Regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia hanno criticato la disposizione perché, assimilando la presenza di roulotte e camper all’interno dei campeggi a interventi di nuova costruzione, da assoggettare al permesso di costruire, rischia di danneggiare tutto il settore dell’open air. La norma riguarda anche il posizionamento relativi accessori di bungalow e case mobili (verande, cucinotti, ecc.).

LA GOVERNATRICE DEL FRIULI VENEZIA GIULIA Debora Serracchiani, nei giorni scorsi aveva criticato il Decreto: “Non può essere accettabile assimilare la presenza di roulotte e camper all’interno dei campeggi a interventi di nuova costruzione, da assoggettare ad autorizzazioni urbanistiche ed edilizie. Voglio credere che questa norma sia dovuta non a intenzionalità ma a superficialità e fretta; credo che si sia andati ben oltre le intenzioni del legislatore e che si tratti, di fatto, di un errore. Intendo comunque attivarmi nei confronti del Governo e dei parlamentari del Friuli Venezia Giulia perché si ponga rimedio. (…) Non è solo una complicazione burocratica, è anche un’assurdità che, dovesse permanere, rischia di danneggiare seriamente il settore, soprattutto in Friuli Venezia Giulia, inducendo i turisti, italiani e stranieri, ad abbandonare i nostri villaggi e a spostare i loro camper e le loro roulotte nei campeggi di Slovenia, Croazia, Austria”.

ECCO PERO’ COSA DICE LA NORMA (articolo 41, comma 4, dl 69/2013):“All’articolo 3, comma 1, lettera e.5), del decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, dopo le parole «esigenze meramente temporanee», sono aggiunte le seguenti «ancorché siano (installati), con temporaneo ancoraggio al suolo, all’interno di strutture ricettive all’aperto, in conformità alla normativa regionale di settore, per la sosta ed il soggiorno di turisti»”.Una lettura più attenta, quindi, vincola l’installazione delle strutture temporanee solo alle normative regionali.La disposizione, dunque, integra l’originale definizione di interventi di nuova del T.U. edilizia attraverso una modifica per semplificare l’installazione di strutture mobili come bungalow e casine: per le installazioni posizionate all’interno di strutture ricettive con temporaneo ancoraggio al suolo, all’aperto, utilizzate per la sosta e il soggiorno di turisti, non è necessario il permesso di costruire, purché la loro collocazione sia effettuata in conformità alle leggi regionali e al progetto già autorizzato al momento del rilascio del permesso a costruire per le strutture ricettive.

Norma accolta con favore da Assocamping Confesercenti.

In una pagina speciale (leggi Decreto del Fare, le semplificazioni in edilizia) abbiamo illustrato tutte le semplificazioni del Decreto del fare per l’edilizia. Segnaliamo anche il volume Tutte le semplificazioni delle procedure edilizie nel Decreto del Fare che tratta in modo completo e sistematico le misure di razionalizzazione e snellimento delle pratiche edilizie.


Leave a comment

Corso di Formazione: Scolpire la terra, costruire la comunita’

scolpire la terra_costruire la comunita

Uno scambio di consocenze attivo tra Italia ed Estonia che genera un corso internazionale per adulti/e in Abruzzo. Il corso e’ condotto dall’eco-costruttore Jaanus Viese e dai facilitatori-artisti locali Uri Noy Meir e Ilaria Olimpico.

Il corso intreccia una formazione in eco-design con terra curda e costruzione comunitaria con un’esperienza di apprendimento delle lingue attraverso giochi teatrali e storytelling. Il corso da’ a chi partecipa strumenti fondamentali per lavorare con giovani e adulti/e su intercultura, sostenibilita’ e ambiente.

Jaanus Viese dall’Estonia insegnera’ come scolpire la terra e costruire un rocket stove e un camino in terra cruda per un sistema di riscaldamento alternativo, efficiente e sostenibile.

Uri Noy Meir e Ilaria Olimpico insegneranno storytelling e teatro partecipativo come strumenti efficaci per l’apprendimento di altre lingue, culture e per costruire e coinvolgere una comunita’.

Il corso ha lo scopo di sviluppare nuove capacita’ per educatori, insegnanti e adulti/e in formazione.

Date: 20 Agosto – 26 Agosto 2014

Partecipanti: minimo 12 massimo 16

Quota: 200 euro (per chi si iscrive prima del 1 giugno 150 euro)

Alloggio: da 5 a 25 euro a notte (dipende se si alloggia in camping, B&B o appartamenti)

Vitto: ristoranti locali o preparazione condivisa dei pasti

* Potete ottenere il contributo dell’Unione Europea attraverso il programma Erasmus+ (KA1, learning mobility of individuals) per il rimborso delle seguenti spese: quota della formazione, alloggio, vitto e viaggio.

Si puo’ prenotare prima di fare domanda per l’Erasmus+.

*Potete scriverci per avere assistenza nella formulazione della domanda.

Per maggiori informazioni potete contattare: urinoymeir@gmail.com

Tematiche del corso

costruire in modo sostenibile e locale con terra e paglia

Eco-design: mobili in terra cruda, rocket stove, camino Rumford

Italiano e altre lingue attraverso giochi teatrali e attivita’ pratiche

Storytelling e teatro per creare una comunita’ lavorando con I giovani

Luogo della formazione:

L’associazione–scuola Nuova Arcadia ha sede a Casalbordino, un’amena cittadina sul mare Adriatico, in Abruzzo. Casalbordino conserva l’atmosfera di un’antica citta’ italiana ed e’ situata in un’ottima posizione: e’ vicina al mare e allo stesso tempo vicina agli Appennini, dista 45 minuti dall’aeroporto internazionale di Pescara e meno di 3 ore da Roma.

Formatori e formatrice

Jaanus Viese conduce laboratori di eco-costruzione dal 2004, ha una grande esperienza nell’uso della terra cruda e della paglia, nella costruzione di rocket stove e camini di terra, nell’eco-design. Jaanus ha appreso da Ianto and Linda Evans (cob, bale-cob and rocket stove), Bill and Athena Steen (plastering and clay floors), Frank Thomas (basic of straw-bale). Jaanus ha anche una formazione accademica in Scienze Ambientali (Tallinn University) e costruzione di forni (Tallinn Builders School).

Uri Noy Meir, facilitatore di arti partecipative, ha condotto laboratori e seminari per attiviste/i, educatori/trici, operatori/trici sociali e artisti/e in Nepal, India, Irelanda del Nord, USA, Israele-Palestina, Estonia, Croazia, Olanda, Georgia e Italia.

Ilaria Olimpico e’ formatrice/educatrice e raccontastorie. Ha condotto laboratori e seminari su intercultura, questioni di genere e sostenibilita’, integrando tecniche di Teatro delll’Oppresso e Cerchio Narrativo, ispirando la riflessione nella dimensione personale e sociale.

Lingue del corso: Inglese, Estone e Italiano

Programma del seminario (girono per giorno)

Mercoledi’

Arrivi fino alle 14

Benvenuto a Casalbordino e pranzo alla Pizzeria locale

Pomeriggio: imparare la lingua e la cultura dell’altro attraverso giochi teatrali

Sera: presentazione del corso

Giovedi’

Mattina: apprendimento pratico di costruzione. Preparazione del materiale, basi per impasto della terra cruda

Pomeriggio: apprendimento pratico di costruzione: prepararazione per Rocket stove e camino Rumford.

Con sessione teorica sulla terra cruda

Sera: Storytelling e cerchio narrativo per conoscere se stessi e gli altri

Venrdi’

Mattina: apprendimento pratico di costruzione: scolpire con la terra cruda (nicchie e archi) Pomeriggio: apprendimento pratico di costruzione: Costruzione del camino Rumford e del rocket stove.

Con sessione teorica: “Alternative foundations for stoves, benches and cob walls. Simple roof construction.”

Sera: documentario sul tema

Sabato

Mattina: apprendimento pratico di costruzione: divano di terra cruda, rocket stove e mura. Pomeriggio: apprendimento pratico di costruzione con sessione teorica: “Clay soil tests. Suitable sand, clay and straw for Cob”

Sera libera

Domenica

Mattina: apprendimento pratico di costruzione: scolpire mura, camino e divano

Pomeriggio: apprendimento pratico di costruzione: intonaco naturale e terra

con sessione teorica: “Other type of rocket stoves (brick, water heating etc). Bale-cob. Collecting solar power with cob.”

Sera: il teatro e lo storytelling come strumento per costruire la comunita’

Lunedi’

Mattina: apprendimento pratico di costruzione: scolpire mura, camino e divano fireplace.

Conclusioni e domande aperte.

Pomeriggio: valutazione creativa e visita alla riserva naturale di Punta Aderci

Sera: cena al “Trabocco”

Martedi’

saluti e partenze